nella categoria

Ultime frontiere di Medicina Rigenerativa in ambito tricologico ed estetico: impiego della rivoluzionaria bio-tecnologia RIGENERA(tm)

1990, Joseph E. Murray (Premio Nobel per la Medicina): Se mi fosse concessa un’altra vita, mi piacerebbe dedicarla alla “chirurgia rigenerativa”, in cui il nostro corpo possa ricreare le proprie cellule ed i propri tessuti.”
La chirurgia rigenerativa è un nuovo capitolo della chirurgia moderna, si basa sulle scoperte dell’ingegneria tissutale e sulle più recenti conoscenze che riguardano le cellule progenitrici embrionali e adulte. All’interno di questo affascinante capitolo si è ultimamente evidenziata la “teoria dei micro-innesti”: si basa sulla frammentazione di un tessuto in particelle di dimensioni costanti e abbastanza piccole da essere nutrite per diffusione dai fluidi interstiziali, contenenti cellule vitali dotate di capacità di proliferazione e capaci di mantenere memoria della propria architettura tissutale.

leggi articolo



Bio-separatore automatico per l’estrazione della frazione vascolare stromale dal tessuto adiposo.

Le cellule staminali sono tanto affascinanti quanto sfuggenti. Per studiarle, i ricercatori hanno inizialmente utilizzato metodiche tradizionali ma si sono presto resi conto di doverle adattare e innovare per le specifiche necessità di questo nuovo argomento di ricerca. Questo processo d’innovazione tecnologica e metodologica continua tuttora e contribuisce a rendere molto dinamico questo settore della ricerca.

leggi articolo



nella categoria

“RIGENERA”: La rigenerazione comincia con la disgregazione meccanica.

La rigenerazione dei tessuti danneggiati da traumi, neoplasie, o inevitabili demolizioni chirurgiche, rappresenta da sempre il “sogno” dei chirurghi ricostruttori. Certamente negli ultimi decenni, soprattutto dopo lo sviluppo della microchirurgia, le metodiche hanno acquisito la capacità di riparare efficacemente le lesioni tessutali, mediante cicatrici di buona qualità, ma il “gold standard” del futuro è rappresentato dalla induzione alla rigenerazione dei tessuti, ovvero dalla completa “restitutio ad integrum” dei tessuti lesi e relativo ripristino sincrono della funzione, in assenza di evidenti esiti .

leggi articolo



mostra tutti gli articoli